Sezione Musica “Clemente Terni e Matilde Fiorini Aragone”
Responsabile Maria Sofia Lannutti (Università di Pavia) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Sezione Musica della FEF, intitolata a Matilde Fiorini Aragone, nasce nel 1993 per iniziativa del maestro Clemente Terni con l’obiettivo di promuovere la ricerca e la formazione musicale, con particolare attenzione al Medioevo e al primo Rinascimento. Attraverso le attività della Sezione Musica, Clemente Terni intendeva principalmente sollecitare un rinnovamento della medievistica che valorizzasse il ruolo centrale della musica, unica disciplina del quadrivio che era al contempo una forma d’arte.

Durante il primo decennio di attività della Sezione Musica, Clemente Terni ha dato vita a molte occasioni di incontro e di confronto: i seminari mensili sui temi portanti della teoria musicale e della prassi esecutiva, il corso di canto medievale in cui insegnava a mettere in pratica la sua concezione del rapporto tra parola e musica e della liturgia. Ampio spazio viene riservato alla musica viva, intesa come parte integrante delle attività di carattere scientifico, attraverso l’organizzazione di eventi che coinvolgono i complessi musicali fondati da Clemente Terni, il «Quintetto polifonico italiano», ora diretto da Guglielmo Visibelli e intitolato a Clemente Terni, e il complesso «Musica instrumentalis» diretto da Pietro Beni. Parallelamente si avviano iniziative di grande respiro anche internazionale, che intendono innanzitutto offrire agli studiosi opere scientifiche di alto profilo e strumenti innovativi per la ricerca: nasce così la banca dati MEM «Medioevo musicale. Bollettino bibliografico della musica medievale», cui si affiancano il repertorio on line ITMI «Indici della trattatistica musicale italiana», che gode del patrocinio di importanti istituzioni musicologiche tra cui il «Répertoire International des Sources Musicales» (RISM), e la collana «La tradizione musicale. Storia e testi».

Dal 2004 in poi, dopo la scomparsa di Clemente Terni, la Sezione Musica ha proseguito e sviluppato i progetti già avviati e intrapreso nuove iniziative. MEM è ora disponibile anche on line nel portale Mirabile; e dall'esperienza di MEM si è avviato nel 2005 il «Corso di formazione sulla musica del medioevo. Problemi di classificazione e metodi della bibliografia», collegato a una serie di convegni interdisciplinari di approfondimento. Dal 2009 è in atto il progetto «Polifonia italiana trecentesca», realizzato da un’équipe interdisciplinare, in collaborazione con il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università di Pavia.
 
Altre iniziative possono ritenersi collegate al Terni compositore e esecutore, sensibile alle nuove frontiere della musica contemporanea e in particolare della computer music, a cominciare dalla rivista «Musica/Tecnologia», diretta da Marco Ligabue.

Informazioni aggiuntive