Biblioteca e archivio

La biblioteca e l'archivio costituiscono una parte importante del patrimonio della FEF. Costituitisi fin dalla nascita dell'istituto con il lascito dei libri e delle carte di Ezio Franceschini, essi si sono poi accresciuti sia con l'acquisizione di ulteriori fondi privati di illustri medievisti, fra i quali spicca per importanza quello di Gianfranco Contini, sia con una politica mirata di continuo aggiornamento.

Aperti al pubblico di studiosi e studenti, per gran parte catalogati o inventariati, la biblioteca e l'archivio della FEF sono un punto di riferimento per la ricerca medievistica in Italia.

Informazioni aggiuntive